Falafel di ceci alla libanese

falafel di ceci

Per me estate è sinonimo di relax, di vivere “slow”. É tempo per se, per nutrire l’anima e per fare programmi. É anche tempo per provare ricette nuove, anche quelle che non vengono mai. Tipo quella dei falafel di ceci.

Io adoro la cucina mediorientale. In particolare quella libanese, con tutti i suoi meze, le tante versioni di tabulé e le ottime zuppe di verdure. É inoltre una cucina che sfrutta moltissimo i legumi, le verdure e la frutta secca, e quindi non poteva che essere in linea con la mia alimentazione.

Se però il babaganoush e l’hummus di ceci sono piatti che ho imparato a cucinare piuttosto bene, i falafel sono sempre stati una vera disfatta. Decine di prove finivano puntualmente nell’umido.

Mi ero quasi rassegnata all’idea che le avrei gustate solo al ristorante libanese, quando ho finalmente trovato la giusta alchimia.

Che poi bastava puntare tutto sull’ammollo dei ceci secchi. Sì, perché diffidate di chi vi dice che si possono fare anche con i ceci in scatola o con un ammollo di 12 ore. E no, servono proprio 36 ore di placido e paziente ammollo, con almeno 3 – 4 cambi di acqua prima di poter anche solo pensare di affrontare la battaglia.

Il resto della ricetta poi è una passeggiata. Buttate tutto nel tritatutto e l’impasto è pronto.

Convinti? Tirate fuori i ceci e via con le 36 ore di ammollo!

Ingredienti per una ventina di falafel di ceci

300 G DI CECI SECCHI PRECEDENTEMENTE AMMOLLATI X 36 ORE

1/2 CIPOLLA (IO 1/4 DI CIPOLLA ROSSA)

1 CUCCHIAIO DI CUMINO IN POLVERE

PIZZICO DI SALE

PIZZICO DI PEPE NERO

PER FRIGGERE

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

OPZIONALI

1 CUCCHIAIO DI CORIANDOLO

1 MAZZETTO DI PREZZEMOLO FRESCO

Preparazione

Come vi dicevo nell’intro al post, la buona riuscita della ricetta si basa sull’ammollo dei ceci per almeno 36 ore.

Fatto questo, mettete i ceci (io ho fatto tutto in due riprese per non sovraccaricare il tritatutto), la cipolla, il cumino, il pizzico di sale e quello di pepe nella ciotola del mixer e tritate fino ad ottenere un impasto superfine.

Trasferite l’impasto in un contenitore e fate riposare per una mezzora in frigorifero.

Dopo il periodo di riposo, formate con l’impasto una ventina di palline e fate friggere in abbondante olio extra vergine di oliva fino a quando saranno belle dorate (circa 3 minuti per lato).

Sconsiglio la cottura al forno, perché – benché decisamente più salutare – non rende giustizia alle polpettine di ceci. E poi se si frigge con olio buono, qualche volta si può sgarrare.

Servite i falafel di ceci caldi, accompagnati da pane pita e da babaganoush.

falafel di ceci